Deserto Rosa / Luigi Ghirri

Elisabetta Sgarbi, Italia 2009

Accostarsi alle fonti dell’emozione, fondamento di tutta l’opera del grande Ghirri: questo è l’obiettivo del lm. Ispirato all’estremo progetto del fotografo, purtroppo interrotto, una “casa delle stagioni”: luogo dove creare una stretta relazione tra tempo naturale e tempo dell’arte. La telecamera ‘visita’ una serie di paesaggi fotografati da Ghirri secondo l’alternarsi delle stagioni e Aleksandr Sokurov le racconta focalizzandosi sul sentimento della ciclicità del tempo di Ghirri.
“Luigi era sempre là, sospeso su quella fune sopra a un campo innevato, sulla terra arata o confuso nella nebbia, sempre un po’ più in alto di me anche sulle spiagge dell’Adriatico nella luce del tramonto estivo che regala a questo mare il turchese e lo smeraldo.” Paola Borgonzoni Ghirri.

Luigi Ghirri

Nasce a Scandiano (Reggio Emilia) il 5 gennaio 1943. Inizia a fotografare nel 1970 lavorando principalmente per artisti concettuali; in questo anno dà il via varie a ricerche personali che verranno successivamente pubblicate con i titoli diversi. La sua lunga e profonda riflessione sul tema del paesaggio culmina sul finire degli anni Ottanta con la pubblicazione dei volumi Paesaggio italiano e Il profilo delle nuvole, entrambi del 1989. Muore a Roncocesi (Reggio Emilia) il 14 febbraio 1992.

Elisabetta Sgarbi

Esordisce alla regia nel 1999 con il cortometraggio Mariko mori. Nello stesso anno realizza Stringimi, stringimi, Fla, Frammenti di una biografia per versi e voce, In serra (un arabo colpito dalla fuga occidentale) e Starless. Nel 2004 firma Notte senza fine, Amore, Tradimento, Incesto, il suo primo lungometraggio, con Galatea Ranzi, Toni Servillo, Laura Morante e Anna Bonaiuto. È stata direttrice editoriale di Bompiani e direttrice artistica della Milanesiana. Attualmente è direttrice editoriale di La Nave di Teseo.

12/07

Como, Giardino di Villa del Grumello
ore 21.30

In caso di pioggia consultare le news

Regia: Elisabetta Sgarbi. Aiuto Regia: Eugenio Lio. Musica: Franco Battiato. Scenografia: Luca Volpatti. Fotografia: Daniele Baldacci. Attori: Sabrina Colle, Andrea Renzi. Voci
di Toni Servillo e Andrea Renzi.
Testi di Aleksandr Sokurov; Luigi Ghirri, Diego Marani, Antonio Scurati, Vittorio Sgarbi. Italia 2009. 45 minuti. Lingua italiano.

Deserto Rosa / Luigi Ghirri

Elisabetta Sgarbi, Italia 2009

Accostarsi alle fonti dell’emozione, fondamento di tutta l’opera del grande Ghirri: questo è l’obiettivo del lm. Ispirato all’estremo progetto del fotografo, purtroppo interrotto, una “casa delle stagioni”: luogo dove creare una stretta relazione tra tempo naturale e tempo dell’arte. La telecamera ‘visita’ una serie di paesaggi fotografati da Ghirri secondo l’alternarsi delle stagioni e Aleksandr Sokurov le racconta focalizzandosi sul sentimento della ciclicità del tempo di Ghirri.
“Luigi era sempre là, sospeso su quella fune sopra a un campo innevato, sulla terra arata o confuso nella nebbia, sempre un po’ più in alto di me anche sulle spiagge dell’Adriatico nella luce del tramonto estivo che regala a questo mare il turchese e lo smeraldo.” Paola Borgonzoni Ghirri.

Luigi Ghirri

Nasce a Scandiano (Reggio Emilia) il 5 gennaio 1943. Inizia a fotografare nel 1970 lavorando principalmente per artisti concettuali; in questo anno dà il via varie a ricerche personali che verranno successivamente pubblicate con i titoli diversi. La sua lunga e profonda riflessione sul tema del paesaggio culmina sul finire degli anni Ottanta con la pubblicazione dei volumi Paesaggio italiano e Il profilo delle nuvole, entrambi del 1989. Muore a Roncocesi (Reggio Emilia) il 14 febbraio 1992.

Elisabetta Sgarbi

Esordisce alla regia nel 1999 con il cortometraggio Mariko mori. Nello stesso anno realizza Stringimi, stringimi, Fla, Frammenti di una biografia per versi e voce, In serra (un arabo colpito dalla fuga occidentale) e Starless. Nel 2004 firma Notte senza fine, Amore, Tradimento, Incesto, il suo primo lungometraggio, con Galatea Ranzi, Toni Servillo, Laura Morante e Anna Bonaiuto. È stata direttrice editoriale di Bompiani e direttrice artistica della Milanesiana. Attualmente è direttrice editoriale di La Nave di Teseo.

12/07

Como, Giardino di Villa del Grumello
ore 21.30

In caso di pioggia consultare le news