Panorama

GRUPPO DI FAMIGLIA IN UN INTERNO

Luchino Visconti
Italia, Francia, 1974. 121 minuti. Italiano.

La solitudine di un professore americano di scienze, rinchiuso nel suo appartamento a Roma pieno di ritratti di famiglia, viene sconvolta dall’arrivo di una marchesa e la figlia, insieme ai relativi compagni, trasferitesi al piano superiore. Il penultimo film di Luchino Visconti, qui nella versione restaurata integralmente grazie a Fendi, Minerva Pictures e Rarovideo, ci riconsegna oggi, come ieri, un quadro sofisticato, quasi un testamento spirituale, scandendo lampi di vita e morte, ma pieno di dettagli, estetica, suggestioni e richiami d’atmosfera.

26/07 - ore 21.15

Parco

Free Solo

Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi
USA, 2018. 100 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Alex Honnold è una leggenda nel mondo del free-climbing, l’alpinismo senza attrezzatura di sicurezza. Ad alta quota, qualsiasi piccolo errore può essere fatale. All’età di 30 anni, Alex si prepara ad affrontare la sua sfida più grande. Un puro thriller e il resoconto di un’impresa incredibilmente impressionante e folle, premio Oscar 2019 come Miglior Documentario.

26/07 - ore 24.00

Parco

MOWGLI IL FIGLIO DELLA GIUNGLA

Andy Serkis
Regno Unito, USA. 2018. 104 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

L’acclamato attore e regista inglese Andy Serkis reinventa il popolare romanzo di Rudyard Kipling su un bambino diviso tra due mondi, da una parte la giungla, dall’altra la realtà civilizzata. Nella panoramica di una evoluzione emotiva continua, Mowgli diventa leggenda, cercando di scoprire quale sia la sua vera identità.

27/07 - ore 21.15

Parco

ANTHROPOCENE: THE HUMAN EPOCH

De Pencier, Burtynsky, Baichwal
Canada 2018. 87 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Anthropocene è il completamento, dopo Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013), di una trilogia di documentari sull’impatto delle attività umane sul nostro pianeta. Un viaggio in sei continenti, narrato dalla voce di Alicia Vikander, per accostare i diversi modi nei quali l’uomo sta sfruttando le risorse terrestri e modificando la Terra come mai prima. La tesi dell’Anthropocene Working Group, che ha avviato i suoi studi nel 2009, è che gli ultimi 10.000 anni costituiscano un’era geologica vera e propria.

27/07 - ore 24.00

Parco

APOCALYPSE NOW - FINAL CUT

Francis Ford Coppola
USA, 1979. 180 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Un ufficiale dell’esercito americano ha il compito di uccidere un colonnello disertore delle Forze speciali. Nel quarantesimo compleanno, la pellicola per eccellenza incentrata sulla guerra in Vietnam torna nell’ultima versione restaurata, “quella migliore,” a detta dello stesso regista. Un capolavoro assoluto (vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes e Premio Oscar alla fotografia per Vittorio Storaro) di nuovo protagonista sul grande schermo nel narrare il confine tra bene e male, tra follia e lucidità.

27/07 - ore 02.00

Parco

Paesaggi mentali sonori

a cura di Fabio Vescarelli e Maurizio Berti

Il suono genera luci e colori, dipinge scenari ed emozioni, accompagnando gli ascoltatori nella loro immaginazione più profonda. Esperienza di ascolto meditativa, guidata dal suono di gong e altri strumenti della tradizione sciamanica.

27/07 - ore 05.30

Parco

Underworlds
End Trilogy (Cave)

Solitude at The End of The World
Patagonian Fieldworks

Aral. Fishing in An Invisible Sea
Aral Fieldworks

Hunters Since The Beginning of Time
Siberian Fieldworks

Dopo l’ingresso a FABRICA nel 1998, l’artista e filmmaker Carlos Casas (Barcellona, 1974) realizza opere a cavallo fra cinema, arti visive e musica. Attraverso fotografie, installazioni, film e progetti audio, Carlos Casas esplora ambienti geograficamente o socialmente estremi. END TRILOGY (CAVE) è una trilogia dedicata ai luoghi remoti del pianeta, un percorso nelle periferie più distanti dalla civilizzazione là dove persone e ambiente si fondono fra loro. ll primo capitolo – Aral. Fishing in an Invisible Sea – è lo straordinario racconto di vita di tre generazioni di pescatori che vivono sul Mare di Aral, mentre il secondo – Solitude at the End of the World – racconta i miti e le esperienze immaginarie associate alla Patagonia. La trilogia si conclude con un progetto sulla Siberia – Hunters Since The Beginning of Time. Ad accompagnare la trilogia di documentari, una ricerca effettuata attraverso una serie di “fieldwork” realizzati in Patagonia, Uzbekistan e Siberia, con materiali d’archivio o riprese con lenti movimenti di camera, basate su radiofrequenze che fungono da strumenti alternativi per catturare le stratificazioni invisibili dei luoghi.

Carlos Casas

Nato a Barcellona e attualmente con sede a Parigi, Carlos Casas è un artista visivo premiato a livello internazionale. Interessato alle contaminazione tra cinema, arte e antropologia, le sue opere sono esperienze audiovisive contemplative capaci di creare un legame tra lo spettatore e le persone e i luoghi che attentamente sono documentati.

26/07 - ore 17.30 / 02.00
27/07 - ore 17.30 / 02.00

Sotterranei

Longscapes

BARLEY FIELDS ON THE OTHER SIDE OF THE MOUNTAIN

Tian Tsering
India, UK, 2017. 88 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Per generazioni, la famiglia di Pema, sedici anni, ha coltivato in pace i campi di orzo che crescono sulle montagne del Tibet cinese. Dopo l’imprigionamento del padre da parte delle autorità cinesi, Pema deve decidere se continuare a supportare la sua famiglia o unirsi a un gruppo di monache buddiste e fuggire in India verso la libertà.

26/07 - ore 17.30

Padiglione Ala Lario

THE MERCY OF THE JUNGLE

Joel Karekezi
Belgio, Francia, Ruanda, 2018. 91 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

1998. Mentre infuria la Seconda Guerra del Congo, Xavier, sergente ruandese, e Faustin, un contadino arruolato a forza, perdono contatto con il loro battaglione lungo il confine tra Ruanda e Congo. Sperando di raggiungere i commilitoni, e nel tentativo di evitare gli squadroni congolesi che pattugliano le strade, i due decidono di inoltrarsi nella giungla. Sopravvivere in quest’ambiente aspro e selvaggio non sarà semplice.

26/07 - ore 19.30

Padiglione Ala Lario

The River

Emir Baigazin
Kazakhstan 2018. 108 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

In un remoto villaggio kazako vive una famiglia in cui vi sono cinque fratelli maschi. Il più grande, Aslan, fa le veci del padre: è responsabile di tutto il lavoro da fare e assegna i compiti ai più giovani. Un giorno li porta al fiume: è un momento di felicità, perché il fiume è abbastanza profondo da poterci nuotare. Da allora la vita cambia, mentre il fiume assume un ruolo centrale nelle loro vite.

26/07 - ore 21.30

Padiglione Ala Lario

Volcano

Roman Bondarchuk
Ucraina, Germania, 2018. 106 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Dopo alcune bizzarre coincidenze, Lukas, interprete per una missione militare, che lavora per l’OSCE, si ritrova perso nella città meridionale di Beryslaw, nel sud dell’Ucraina, confrontandosi con un universo totalmente nuovo e mai immaginato. Sarà l’inizio invece di un viaggio pieno di (dis)avventure e consapevolezza.

26/07 - ore 24.00

Padiglione Ala Lario

BIRDS OF PASSAGE

Ciro Guerra e Cristina Gallego
Colombia, Danimarca, Messico, Germania, Svizzera, Francia, 2018. 125 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Le origini del narcotraffico colombiano attraverso la storia epica di una famiglia indigena wayuu, con a capo una donna, Ursula, coinvolta nel boom anni ’70 del commercio di marijuana. Avidità, passione e onore si scontrano in una guerra fratricida che metterà in gioco le loro vite, culture e le ancestrali tradizioni.

27/07 - ore 17.30

Padiglione Ala Lario

Manta Ray

Phuttiphong Aroonpheng
Tailandia 2018. 105 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

In un villaggio sulle rive del mare, un giovane pescatore trova un uomo ferito, a cui presta soccorso e con cui sviluppa un legame tacito. Forse muto o forse traumatizzato da un dolore lontano, Thongchai si lega profondamente al pescatore che un giorno prende il mare e non fa più ritorno. Rimasto solo, Thongchai assume progressivamente la vita del pescatore. Ma il mare restituisce sempre.

27/07 - ore 20.00

Padiglione Ala Lario

Jirga

Benjamin Gilmour
Australia 2018. 78 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Un ex-soldato australiano ritorna in Afghanistan per trovare la famiglia di un civile che ha accidentalmente ucciso durante la guerra. Cercando il perdono, mette la sua vita nelle mani del Jirga, una tradizionale autorità costituita dagli anziani del villaggio, la cui decisione è vincolante per tutti membri della tribù pashtun. Jirga cerca di contrastare gli stereotipi del terrorismo islamico per mostrare il vero costo umano del conflitto, tentando di offrire una visione differente di una terra e di un popolo devastati dalla guerra.

27/07 - ore 22.00

Padiglione Ala Lario

TOO LATE TO DIE YOUNG

Dominga Sotomayor
Cile, Brasile, Argentina 2018. 110 minuti. V.O. sottotitolata in italiano.

Durante l’estate del 1990 in Cile, dopo la caduta del regime di Pinochet, un piccolo gruppo di famiglie vive in una comunità isolata sotto le Ande. In una natura incontaminata, seguiamo i turbamenti che scuotono tre ragazzi. Con questo film Dominga Sotomayor esplora il disagio relazionale tra le generazioni e le classi, cattura la saggezza dei bambini e la follia degli adulti, svelando quella malinconia che crescere porta sempre con sé.

27/07 - ore 24.00

Padiglione Ala Lario

Paesaggi italiani
Documentari del Novecento

Grand Tour Italiano

Attraverso la Sicilia / Amalfi / Un giorno per Napoli / Le fontane di Roma / Un giorno con Puccini / Ascensione al Cervino / Nella Svizzera Italiana / Sul Lago di Como / Navigli / Nella Laguna / Il più vasto altipiano.
Italia 1907/1915. 70 minuti. Muto.

Negli anni la Cineteca di Bologna ha ritrovato e restaurato un buon numero di “piccoli film” che documentano l’Italia di oltre un secolo fa. Altre cineteche, italiane e straniere, hanno parallelamente reso possibili altri ritrovamenti e restauri. Queste opere riportate alla luce tracciano una mappa esaustiva del territorio italiano nei primi anni del Novecento. Dal sud al nord Italia, dalla Sicilia al Trentino, questi film ci restituiscono i luoghi, le tradizioni e i modi di vita del tempo passato.

26/07 - ore 17.30
27/07 - ore 23.30

Biblioteca

IL MONDO PERDUTO

Vinni lu tempu de li pisci spata / Isola di fuoco / Sulfarara / Pasqua in Sicilia / Contadini del mare / Parabola d'oro.
Vittorio De Seta
Italia 1954 / 1955. 60 minuti. Italiano.

Nel 1954 Vittorio De Seta gira sei documentari in Sicilia. Fortemente innovativi, sono subito riconosciuti a livello internazionale. “Isole di fuoco” riceve il primo premio per il documentario del Festival di Cannes. L’anno seguente è “Contadini del mare” vince al Festival di Mannheim. Nel ’58 De Seta dirige altri quattro cortometraggi: in Sicilia (“Pescherecci”), in Sardegna (“Pastori di Orgosolo”; “Un giorno in Barbagia”), in Calabria (“I dimenticati”). Martin Scorsese, presentando i suoi film nel corso di un omaggio al Tribeca Film Festival, lo ha definito “un antropologo che si esprime con la voce di un poeta”.

26/07 - ore 19.00

Biblioteca

GLI ANNI EDISON

La pattuglia del Passo San Giacomo / La diga del ghiacciaio / Manon finestra 2 / Tre fili fino a Milano / Il grigio.
Ermanno Olmi
Italia 1955 / 1958. 54 minuti. Italiano.

Il giovanissimo Ermanno Olmi, assunto alla Edison, fonda la Sezione Cinema dell’azienda, alla quale, tra il 1954 e il 1958, verranno commissionati una serie di documentari industriali per illustrare imprese e grandi opere realizzate dalla azienda italiana, dalle dighe alle centrali idroelettriche. Cinque piccoli gioielli di cinema a colori e in bianco e nero che raccontano un mondo ancora in equilibrio tra civiltà contadina e civiltà industriale, appena prima di quel «mutamento antropologico» irreversibile che trasformerà il paese.

26/07 - ore 20.30

Biblioteca

12 REGISTI PER 12 CITTÀ

Michelangelo Antonioni / Roma. Lina Wertmüller / Bari. Bernardo e Giuseppe Bertolucci / Bologna. Carlo Lizzani / Cagliari. Franco Zeffirelli / Firenze. Alberto Lattuada / Genova. Ermanno Olmi / Milano. Francesco Rosi / Napoli. Mauro Bolognini / Palermo. Mario Soldati / Torino. Gillo Pontecorvo / Udine. Mario Monicelli / Verona.
Italia 1998. 52 minuti. Italiano.

12 grandi registi italiani presentano 12 grandi città italiane in occasione della Coppa del Mondo di calcio. Ogni segmento del progetto rappresenta alla perfezione lo stile di ogni cineasta. I più classici documentari di Lizzani, Lattuada e Bolognini fanno da contrasto ai più sperimentali segmenti di Antonioni e Monicelli. I migliori episodi sono quelli diretti da Olmi, in cui viene mostrata Milano partendo dal movimento delle chiatte in avvicinamento sul naviglio, e quello di Lina Wertmüller, con una Bari di lavoratori accompagnati da ritmate musiche tradizionali.

26/07 - ore 22.00

Biblioteca

IL MONDO DI LUIGI GHIRRI

Gianni Celati
Italia 1998. 52 minuti. Italiano.

Nel 1981 Luigi Ghirri telefona a Gianni Celati. Ha letto i suoi libri e vuole incontrarlo. Si propone di rappresentarlo facendo a meno degli stereotipi da cartoline “unte di colombi”. È invece nelle periferie urbane, nelle campagne, tra distributori di benzina e case abbandonate, che nasce la grande amicizia tra lo scrittore e il fotografo. Poco tempo dopo la scomparsa di Ghirri, Celati gli dedica questo documentario, sviluppato con il modo di guardare che Ghirri stesso ci ha suggerito con le sue fotografie: una visione ambientale che sia un modo affettivo di guardare alle cose. Amici e collaboratori sono stati invitati per raccontare lo spirito di Ghirri in alcuni luoghi che ha amato e fotografato.

26/07 - ore 23.30
27/07 - ore 01.00

Biblioteca

L’ITALIA NON È UN PAESE POVERO

Joris Ivens
Italia 1960. 135 minuti. Italiano.

Non sono molte le occasioni di vedere in Italia i film di Joris Ivens, uno dei maggiori e più controversi documentaristi della storia del cinema, nonostante i rapporti tra il cineasta olandese e il nostro paese siano stati intensi sin dalla fine della seconda guerra mondiale. “L’Italia non è un paese povero” è uno dei più tormentati lungometraggi di Ivens, intrinsecamente legato a dinamiche assai rappresentative dei costumi politici e culturali dell’Italia degli anni del boom economico.

27/07 - ore 19.00

Biblioteca

QUANDO L’ITALIA NON ERA UN PAESE POVERO

Stefano Missio
Italia 1997. 44 minuti. Italiano.

Il film è un “documentario sul documentario” di Joris Ivens “L’Italia non è un paese povero”. I fratelli Taviani, Valentino Orsini, Tinto Brass, protagonisti dell’avventura italiana del maestro olandese, raccontano nel documentario di Stefano Missio le travagliate vicende di un film prima censurato e poi scomparso. Per la prima volta si racconta cosa successe dietro le quinte e come si salvò una copia positiva del film, grazie alla valigia diplomatica usata da Brass.

27/07 - ore 21.30

Biblioteca

UOMINI E SPIRITI

Magia Lucana / Grazia e numeri / Il culto delle pietre.
Luigi Gianni
Italia1958 / 1967. 50 minuti. Italiano.

Luigi Di Gianni, una carriera iniziata negli anni Cinquanta, è uno dei più grandi documentaristi italiani. È autore di oltre sessanta documentari, a partire da “Magia lucana” che, nel 1958, si avvalse della consulenza scientifica del celebre antropologo Ernesto de Martino: e uno straordinario impatto antropologico marca tutti i film di Di Gianni, che esplorano l’intreccio tra ritualità pagana e cattolicesimo nell’Italia del Sud, la fatica e la dignità del lavoro, la fragilità dell’uomo soggiogato dalla forza degli eventi.

27/07 - ore 22.30

Biblioteca

Interno Visconti
Filmati e testimonianze

L'inganno

Ferdinando Cito Filomarino
Italia 2013. 38’. Italiano.

Gruppo di famiglia in un interno viene raccontato e analizzato dalla sua genesi alla sua vita, attraverso i collaboratori, cineasti e critici, nonché rari materiali di repertorio. Questo film, naturalmente viscontiano, ma curiosamente ambientato in epoca contemporanea, racchiude la visione del maestro alla fine della sua vita.

26/07 - ore 18.00
26/07 - ore 21.00
27/07 - ore 18.00
27/07 - ore 21.00

Sala Lago

BETWEEN TRUTH AND PASSION

Elisabeth Kapnist / Christian Dumais-Lvowski
Francia 2016. 59’. V.O. sottotitolata in italiano.

Realizzato a quarant’anni dalla morte di Visconti, il documentario indaga la vita del cineasta dal punto di vista della trasgressione che permea tutto la sua filmografia, attraverso temi centrali quali la famiglia, la sessualità, il proibito. Un ritratto sincero, al di fuori dei cliché, di un uomo che ha sempre ricercato la verità storica, sociale o più semplicemente umana.

26/07 - ore 19.00
26/07 - ore 22.00
27/07 - ore 19.00
27/07 - ore 22.00

Sala Lago

GLI ANGELI NASCOSTI DI LUCHINO VISCONTI

Silvia Giulietti
Italia 2007. 54’. Italiano.

Toccante ritratto del grande regista nel racconto dei suoi stretti collaboratori e le immagini inedite dell’archivio fotografico di Mario Tursi, il fotografo che lo ha seguito per tutta la vita. Aneddoti e etica di un uomo che fu maestro dentro e fuori dal set. Ogni testimone ci presenta la sua personale visione di Visconti, filtrando la sua luce emotiva attraverso la lente della propria esperienza umana e culturale.

26/07 - ore 20.00
26/07 - ore 23.00
27/07 - ore 20.00
27/07 - ore 23.00

Sala Lago

Soundscapes

Etna: A Portrait

Murcof (Life Observing Life)
Italia 2015. 85 minuti.

Dopo un periodo di residenza in terra etnea passato a raccogliere suoni, immagini e segreti del vulcano patrimonio dell’umanità, Murcof, grande compositore messicano di musica elettronica, e il suo fidato collaboratore, il video artista spagnolo Manu Ros (insieme Life Observing Life), hanno realizzato un’esplorazione audiovisiva sul rapporto tra uomo e natura che va oltre la performance live e oltre l’installazione multimediale. È cinema insieme complesso e raffinato capace di esprimere la vibrante tensione e il timore reverenziale dell’Etna e dei suoi lunari e meravigliosi paesaggi.

26/07 - ore 22.00

Darsena

THE PLEASURE GARDEN

Alfred Hitchcock
Regno Unito 1925. 60 minuti.
Accompagnamento musicale dal vivo: Arrigo Cappelletti al pianoforte e Roberto Piccolo al contrabbasso.

The Pleasure Garden è una storia abbastanza convenzionale, come ammise lo stesso Hitchcock: “Un melodramma. Ma conteneva varie scene interessanti”. La tematica non doveva stargli troppo a cuore, ma seppe conferirle una dimensione in più: “The Pleasure Garden” è un saggio sul voyeurismo, la politica sessuale e il divario tra sogno romantico e cruda realtà. Particolarmente riuscita la parte centrale girata sul Lago di Como, con imperdibili scene dell’Isola Comacina, Sala e Ossuccio.

27/07 - ore 21.00

Darsena

AVALANCHE

Carlos Casas
Film concerto parte di Badakshan Fieldworks (Fieldworks#9). 59 minuti.
Si ringrazia F A B R I C A

Avalanche è un’installazione immersiva, un’interazione audiovisiva di paesaggio, paesaggio sonoro e musica contemporanea che trasporta il pubblico a 4000 metri d’altezza, nel villaggio di Hichigh, sulla catena del Pamir, al confine tra Afghanistan e Tagikistan. Il film è una meditazione audiovisiva sul viaggio verso l’oblio delle tradizioni di un villaggio e sulla relazione spirituale tra paesaggio e uomo, una sovrapposizione di tradizioni e rituali all’interno della periferia del nostro mondo moderno. La proiezione è accompagnata da una performance dal vivo dello stesso Casas.

27/07 - ore 23.00

Darsena

EVERY LAND HAS ITS OWN RESONANCE

Sonorizzazione live di Mothclub.

Il duo di compositori e sound designer Mothclub, Massimo Colombo e Emanuele Bardin, performerà dal vivo il documentario sperimentale “Every Land Has Its Own Resonance”. Il film è un ricamo di eventi senza trama, un’opera collettiva con il contributo di centinaia di persone. Un continuum di brevi istanti in cui l’uomo è osservatore attento del paesaggio in cui è immerso. Il materiale sonoro elettroacustico sarà l’elemento decisivo del processo narrativo contro una forma visiva imprevedibile.

26/07 - ore 23.30
27/07 - ore 24.00

Darsena

Interno Visconti
Teatro immersivo

Percorso di teatro immersivo per scoprire il profondo legame fra la villa, Luchino e le sue opere, dove riaffiora il suo vissuto profondo, svelando aspetti personali, culturali e artistici di uno dei più grandi registi del novecento. Lungo il percorso scopriremo il profondo legame fra la villa, Luchino e le sue opere, dove riaffiora il suo vissuto profondo, svelandone gli aspetti personali, culturali e artistici. Fulcro di questa retrospettiva sarà il film del 1974 “Gruppo di famiglia in un interno”.

Pièce teatrale di 30 minuti per 20 persone su prenotazione

Interpreti: Stefano Dragone e Cecilia Elda Campani
Testo: João Maria Figueira e Max de Ponti
Regia: João Maria Figueira

26/07 - ore 17.30 / 24.00
27/07 - ore 17.30 / 24.00

Villa Antica Primo Piano

Il Lago di Como
dai Lumière a Netflix

Il Lago di Como dai Fratelli Lumière a Netflix è un progetto di mostra multimediale del Lake Como Film Festival. Il percorso, dal 1898 al 2018, la cui datazione è inscritta nei colori e nelle forme mutevoli dei frammenti filmici, sarà cronologico e tematico. Sette capitoli – L’Acqua, Le Ville, L’amore, Crimini e Delitti, I Paesi, La Frontiera, Lago di carta e celluloide – che parlano del Lago, dei suoi luoghi, delle sue vocazioni, come li ha mostrati il cinema. In mostra quasi un centinaio di titoli per intraprendere un viaggio geografico e cinematografico. Qui a Villa Erba un assaggio del percorso con film, doc e video montaggi.

26/07 - ore 17.30 / 02.00
27/07 - ore 17.30 / 02.00

Sala Feste

Cortometraggi
Paesaggi

Lo stato dell’arte del rapporto uomo paesaggio attraverso la forma breve: la nostra selezione di cortometraggi intende comporre un panorama il più vasto possibile per restituire l’immagine di un universo in continua evoluzione. Siamo sicuri che il cortometraggio sia figlio di un Dio minore? Non è forse il puntare l’obiettivo fotografico su un particolare, una lente d’ingrandimento centrata su un dettaglio, un viaggio breve che concentra le emozioni, senza sacrificarne l’intensità?

26/07 - ore 17.30 / 02.00
27/07 - ore 17.30 / 02.00

Sala Musica

Virtual Landscapes

DENOISE

Giorgio Ferrero, Federico Biasin
Italia, 2017. 13 minuti

Quattro confessioni sul tema del silenzio portano lo spettatore ai confini della propria vita quotidiana in luoghi difficilmente raggiungibili in altro modo. Van è un manutentore di pozzi petroliferi in Texas, lavora nel deserto all’interno del più grande giacimento degli Stati Uniti. Danilo è il capo macchina di una nave cargo transoceanica, vive ogni giorno nel cuore dello scafo dove risiede un mastodontico motore.

26/07 - ore 17.30 / 02.00
27/07 - ore 17.30 / 02.00

Terrazza

EMERGENCE VR

Julius Horsthuis
Paesi Bassi, 2018. 6 minuti

Julius Horsthuis usa i frattali come pezzi di puzzle molto più grandi. Le sue esperienze VR sembrano incanalare mondi alieni, ma in realtà sono ispirate ai modelli stessi del nostro pianeta. “Tra l’organico e il geometrico accadono cose interessanti”, dice Horthius. Paesaggi frattali organici con strutture geometriche, paesaggi impossibilmente strutturati e altre superfici mostrano la fusione di terra e architettura.

26/07 - ore 17.30 / 02.00
27/07 - ore 17.30 / 02.00

Terrazza

THE REAL THING VR

Benoit Felici, Mathias Chelebourg
Francia, 2018. 16 minuti

Parigi, il TaJ Mahal, Venezia, il Vaticano: questi e molti altri monumenti hanno repliche disperse ovunque. Non solo semplici copie, ma specchi nei quali è riflessa una certa immagine del mondo. The Real Thing è un viaggio in una copia del nostro mondo. alla ricerca di cloni dell’architettura monumentale in Cina e in altri paesi del mondo, aree residenziali dove le persone vivono una vita quotidiana in luoghi che simulano altri luoghi.

26/07 - ore 17.30 / 02.00
27/07 - ore 17.30 / 02.00

Terrazza

Paesaggi animati

I RACCONTI DI PARVANA

Nora Twomey
Irlanda, Canada, 2017. 94 minuti. Italiano

La giovane Parvana sogna miti e leggende della tradizione afghana, ma la sua quotidianità è dominata dalla brutalità del regime talebano. Quando suo padre viene ingiustamente imprigionato, toccherà a lei, travestita da ragazzo, sostenere la sua famiglia. Una meravigliosa storia tutta al femminile che celebra la bellezza dell’Afghanistan e il potere della fantasia contro l’oppressione.

26/07 - ore 18.00
27/07 - ore 21.00

Sala Camino

BIG FISH & BEGONIA

Liang Xuan, Zhang Chun
Cina, 2016. 105 minuti. Italiano

Un’avventura epica e splendidamente animata, ispirata al folklore cinese e ai film di Miyazaki. In un mondo fantastico parallelo al nostro, vive una comunità di creature mitiche, responsabili delle maree e delle stagioni. La giovane Chun, il giorno del suo sedicesimo compleanno, viene trasformata in un delfino rosso per sottoporsi a un rito di passaggio che la spingerà a entrare nel mondo degli esseri umani.

26/07 - ore 20.00
27/07 - ore 23.00

Sala Camino

MARY E IL FIORE DELLA STREGA

Hiromasa Yonebayashi
Giappone, 2017. 102 minuti. Italiano

La tentazione di seguire un misterioso gatto all’interno del bosco è troppo forte per la piccola Mary, annoiata a morte in un’afosa giornata d’estate. Qui scoprirà un fiore luminescente e un manico di scopa che, animatosi per incanto, la trasporterà oltre le nuvole fino all’Endor College – una scuola di magia! Il sogno di ogni bambino di diventare un maghetto diviene realtà in questo film di Hiromasa Yonebayashi, già allievo di Hayao Miyazaki per lo Studio Ghibli.

26/07 - ore 22.30
27/07 - ore 18.00

Sala Camino

All'ombra dei platani

Prima del debutto

Incontro con Caterina D'Amico

Chi era Luchino Visconti prima di diventare Luchino Visconti? Quale il nutrimento che gli veniva offerto dalla famiglia nella quale era nato, dalla società che lo circondava, dalla città nella quale viveva? Esperienze, predilezioni, prime scelte: tra storia e congetture, la possibile trama del romanzo di formazione di un grande uomo di spettacolo del Novecento.

26/07 - ore 18.30

Giardino

Avalanche

Incontro con Carlos Casas

Confronto con Carlos Casas sulle sue particolari meditazioni audiovisive, sulla sua ricerca visiva, l’interazione tra paesaggio e umano, il confronto tra la ricerca del regista e lo sguardo dell’antropologo.

26/07 - ore 20.00

Giardino

I viaggi di Serkis

Incontro con Andy Serkis

Con i suoi personaggi ha attraversato mondi ed epoche, sperimentando da protagonista l’impossibile. Andy Serkis e le sue avventure: attore, regista, produttore, fotografo, innovatore, un racconto a 360.

27/07 - ore 18.30

Giardino

I film di Longscapes

Incontro con la Giuria del Concorso Longscapes

Incontro con i membri della giuria di Longscapes per raccontarci la loro visione dei film del concorso, il confronto che è nato tra differenti visioni di persone che vengono da differenti esperienze professionali e per svelarci il film vincitore del concorso.

27/07 - ore 20.00

Giardino

Associazione Lago di Como Film Festival
via Anzani 9, 22100 Como
P. IVA: 03430240139

Iscriviti alla newsletter di Lake Como Film Festival



Iscriviti alla newsletter
di Lake Como Film Festival



Associazione Lago di Como Film Festival

via Anzani 9, 22100 Como

P. IVA: 03430240139